Come far durare più a lungo la tinta dei capelli

I capelli colorati sono in grado di valorizzare qualsiasi look, ma spesso le tinte che si utilizzano hanno il difetto di durare poco: nel giro di qualche settimana ci si ritrova alle prese con una chioma spenta, poco brillante, se non addirittura ingiallita, con una tonalità cromatica pallida e smorta, decisamente sbiadita. Che cosa si può fare, allora, per prolungare la durata e l’effetto di una tinta? In molti casi sono sufficienti pochi accorgimenti per raggiungere questo obiettivo, a cominciare dall’abitudine di lavare i capelli con l’acqua fredda: nel mantenimento del colore, infatti, un ruolo decisivo è quello della temperatura dell’acqua. A sostenerlo è addirittura l’inventrice del Chocolate Mauve, Hannah Edelman: secondo la celebre colorista è fondamentale usare acqua fresca per riuscire a preservare il colore.

Certo, questo potrebbe risultare piuttosto complicato in inverno, quando la scelta di non usare acqua calda può apparire un controsenso: comunque, se proprio non si riesce a resistere a una temperatura bassa, è importante evitare di usare acqua bollente. Un altro consiglio è quello di ricorrere a shampoo che siano privi di solfati: non è detto che sia necessario spendere chissà quanto per usufruirne.

Ancora, vale la pena di mettere alla prova gli hair gloss: i conditioner colorati, infatti, hanno la capacità di contrastare e di rallentare lo sbiadimento. Ovviamente i pigmenti devono essere della tonalità più vicina a quella dei capelli: per fortuna non è difficile trovare in commercio prodotti di questo tipo, che nel contempo contribuiscono a fare sembrare la capigliatura più lucida, rendendola più sana e meglio nutrita. Gli esperti, poi, raccomandano di lavare i capelli colorati con una frequenza leggermente inferiore rispetto a quella che si è abituati a tenere con una chioma che non viene sottoposta ad alcuna tinta. L’uso quotidiano dello shampoo – che per altro è sconsigliato in qualsiasi caso – fa sì che la tinta svanisca più rapidamente, oltre a lavare gli oli protettivi dei capelli. E se proprio si sente l’esigenza di lavare i capelli, magari perché hanno un aspetto poco gradevole o sembrano sporchi, si può comunque optare per uno shampoo secco, che favorisce un aumento di volume e permette di assorbire l’eccesso di sebo, così da evitare l’effetto di una chioma floscia.

Naturalmente, è importante anche affidarsi a prodotti di qualità e a marchi conosciuti: Kerastase è solo un esempio tra i vari brand a cui si può fare riferimento senza correre il rischio di rimanere delusi per colpa di un risultato non adeguato.

Altri articoli interessanti