decespugliatore

I decespugliatori: una guida alla scelta

Che cosa sono ed a che servono i decespugliatori? Di seguito vi offriamo una guida alla scelta del prodotto migliore che più può fare al caso vostro.

I decespugliatori sono delle soluzioni ideali per riuscire ad ordinare il giardino in tempi rapidi e soprattutto efficienti. Nei vari negozi Agrigarden è possibile trovare prodotti appositamente studiati sia per chi non è particolarmente esperto del settore sia per i professionisti. Tali macchine sono state progettate per lavorare in tempi brevi anche su terreni difficili, dove è necessario realizzare specifici diradamenti relativi ad angoli e bordi di prati. Questi strumenti si mostrano adatti anche per organizzare determinati cespugli che risultano folti e pure nodosi e per tagliare gli arbusti più forti e duri. Prima di acquistare un decespugliatore è, comunque, fondamentale tenere presente che sono stati realizzati differenti modelli proprio per andare incontro alle svariate esigenze. Si va, ad esempio, da prodotti elettrici a quelli realizzati con motore a scoppio fino ai decespugliatori con batteria. Di solito si consiglia, soprattutto per chi è alle prime armi d’adoperare decespugliatori facilmente maneggevoli e leggeri in modo da non affaticarsi.

La scelta dei modelli è dettata anche dalla superficie da tagliare che può essere ridotta oppure abbastanza estesa. I decespugliatori presentano, in generale, un design solido e compatto. I più moderni sono creati per resistere e durare a lungo nel tempo, contrastando in modo efficace gli agenti atmosferici come la pioggia, la grandine ed anche la neve.

Per scegliere il prodotto migliore è interessante riuscire a farsi una panoramica dei vari prodotti presenti in vetrina per poi focalizzarsi sul motore, sull’impugnatura e sullo strumento di taglio del decespugliatore. Sono tutte caratteristiche da non sottovalutare assolutamente in quanto vanno ad incidere, tra le altre cose, anche sul comfort del lavoro. Gli strumenti a batteria sono stati pensati per rispettare l’ambiente: non solo, infatti, non inquinano il territorio dove agiscono, ma risultano essere pure molto silenziosi. L’unico neo dei modelli elettrici è che, purtroppo, hanno bisogno per funzionare d’essere collegati ad un cavo d’alimentazione. Ciò, il più delle volte, va però a limitare l’operatore nel suo campo d’azione facendo risultare, come conseguenza, lo strumento non solo scomodo, ma poco utilizzabile se non in spazi davvero ridotti. Il cavo potrebbe risultare una forma di vero ostacolo nei movimenti. La potenza con cui lavora un decespugliatore è un altro dato importante da non dimenticare in alcun modo durante l’acquisto. In questo caso si suggerisce per riuscire ad ottenere tagli precisi e puliti, un modello dotato di una potenza pari a circa 1000 Watt.

Le macchine realizzate con motore a scoppio sono sicuramente più inquinanti e rumorose, ma, nello stesso tempo, posseggono motori eccezionali che danno vita ad ottime prestazioni. Lo svantaggio di questi specifici decespugliatori è dato dal fatto che essendo alimentati a benzina risultano più dispendiosi rispetto a quelli elettrici o a batteria. Comprare un valido decespugliatore significa anche stare attenti agli accessori che lo completano. E’ per questo motivo scegliere quegli strumenti che hanno in dotazione operazioni aggiuntive che aiutano nella rifinitura dell’erba o anche nella facile eliminazione d’antipatiche erbacce.

Altri articoli interessanti