condizionatore aria

Meglio il condizionatore o il deumidificatore?

Com’è noto, i climatizzatori servono per rendere con confortevole e vivibile ogni genere di ambiente chiuso. Il comfort degli ambienti, però, dipende non solo dalla temperatura ma anche da altri fattori come, ad esempio, l’umidità e la cosiddetta distribuzione dell’aria. In buona sostanza, per vivere bene in un ambiente è opportuno tenere sotto controllo il tasso di umidità, la temperatura e il riciclo dell’aria. Cosa scegliere, dunque, tra un climatizzatore e un deumidificatore? Ecco quale informazione utile per fare l’acquisto giusto.

Climatizzatore e deumidificatore: cosa sono e come funzionano

Un climatizzatore è composto da uno strumento che ha il compito di comprimere il liquido refrigerante. Inoltre, all’interno di un climatizzatore vi è anche un condensatore, un evaporatore, un tubo, una centralina elettrica ed un meccanismo di ventilazione interna. Il compito del deumidificatore, invece, è solo quello di eliminare l’umidità che risulta essere in eccesso in un ambiente rigorosamente chiuso. Come anticipato, ciò che influenza il benessere degli individui negli ambienti sono sia la temperatura che l’umidità.

A fare la differenza tra un climatizzatore ed un deumidificatore, dunque, è il fatto che il primo può regolare sia la temperatura che l’umidità, il secondo, invece, ha la possibilità di intervenire solo ed esclusivamente sull’umidità. Grazie alle nuove tecnologie, sono stati messi a punto climatizzatori in grado di deumidificare l’aria e, allo stesso tempo, di raffreddarla o riscaldarla. Per quanto riguarda la fase di deumidificazione, si ha a che fare con un funzionamento pressoché identico di quello di un deumidificatore classico. A questo punto, è evidente che dal punto di vista delle prestazioni conviene è preferibile acquistare un condizionatore piuttosto che un deumidificatore.

Criteri di scelta e variabili

In linea di massima, il principale criterio di cui si tende a tenere conto è quello economico. Chi vive in una casa in cui è già presente un impianto di riscaldamento autonomo e che in estate non è particolarmente calda può tranquillamente risparmiare ed optare per un deumidificatore tradizionale. La spesa sarà decisamente più contenuta e l’umidità si trasformerà solo in un ricordo. Nell’eventualità in cui, invece, nell’abitazione non dovesse essere presente un impianto di riscaldamento le variabili da prendere in considerazione sarebbero molte di più.

Ovviamente, per riscaldare la casa sarebbe comunque necessario procedere con l’installazione di un impianto e quale migliore occasione per acquistare un condizionatore in grado di deumidificare anche l’aria? La spesa non sarà affatto irrisoria ma il risultato sarà decisamente ottimo. Un condizionatore, pertanto, può essere considerato a tutti gli effetti un investimento soprattutto per chi non ha già un impianto di riscaldamento in casa.

Deumidificatore o condizionatore: quale scegliere?

Perché si soffre così tanto il caldo? Per riuscire a comprendere i vantaggi di un deumidificatore è necessario muovere i primi passi partendo proprio da questo interrogativo. Le ondate di caldo, in linea di massima, sono causate dall’umidità. Proprio l’umidità, infatti, è una delle più grandi responsabili dell’afa.

L’organismo umano, in presenza di umidità, si refrigera molto più difficilmente e proprio per questo motivo sente molto caldo. Seguendo questa logica, il deumidificatore è la soluzione migliore per tutti gli ambienti molto umidi in cui per ottenere del refrigerio. Ovviamente, è necessario ricordare che il deumidificatore non abbassa in alcun modo la temperatura ma incide esclusivamente sull’umidità.

Il funzionamento del condizionatore è molto diverso. Esso, infatti, diminuisce notevolmente la temperatura e, tra le altre cose, consuma di più rispetto ad un deumidificatore. In ultimo, non alterando in alcun modo la temperatura, il deumidificatore non ha alcun impatto sulla salute. Il condizionatore, al contrario, potrebbe essere causa di malanni dovuti ai cambiamenti repentini di temperatura. Insomma, per scegliere se acquistare un condizionatore o un deumidificatore non resta altro da fare che interrogarsi in merito alle proprie esigenze e fare i conti con il portafogli.

Altri articoli interessanti