foto10_800x467

Quali sono i rimedi naturali per le vene varicose?

Cosa sono le vene varicose e come trattarle?

Le vene varicose sono una problematica circolatoria che non solo lede l’estetica della persona. Avere le vene varicose può causare anche problemi molto seri.
Le vene varicose, o varicoceli, sono degli ingrossamenti venosi dovuti a un’ostruzione del flusso sanguigno. Il sangue nelle vene non riesce a scorrere correttamente e quindi ingrossa il vaso. Quando i vasi sono troppo inspessiti iniziano ad emergere in superficie presentandosi come dei grumi bluastri in rilievo. Volendo fare un paragone gastronomico, le vene varicose somigliano un po’ alle muffe del gorgonzola. Purtroppo questo tipo di disturbo provoca il rischio di una trombosi venaria o di un ictus. Ci sono molti farmaci che si possono prendere per tenere sotto controllo i problemi cardio circolatori. Ci sono, però, anche tanti rimedi naturali per vene varicose , che possono aiutare a diminuire il problema soprattutto all’inizio, oppure a rallentarne l’avanzamento.

Rimedi naturali meccanici per le vene varicose

Tra i primi rimedi per le vene varicose ci sono quelli meccanici, vale a dire operazioni che il soggetto deve fare. È consigliabile, quando si hanno le vene varicose, dormire o riposare con le gambe sollevate. Almeno due cuscini devono tenere le gambe più in alto di tutto il resto del corpo. Questo rimedio può aiutare il sangue a defluire. Inoltre, se si tengono alte le gambe si può anche alleviare l’indolenzimento provocato dalle vene varicose sui polpacci negli stati più avanzati.
Se si passano tante ore in piedi e si soffre di vene varicose è anche importante usare delle calze compressive. Queste calze sono molto spesse, di solito di nylon, e tengono la gamba compressa per favorire la circolazione. È importante, quando le vene varicose sono molto diffuse, usare queste calze anche per fare le attività quotidiane come le faccende di casa o le passeggiate. Più tempo si passa con questa specie di fuseaux più si può frenare il diffondersi delle vene varicose.

Lo stile di vita contro le vene varicose

Lo stile di vita di una persona incide molto sulla formazione e sulla crescita delle vene varicose. In particolare l’alimentazione influisce su questo tipo di problemi cardiocircolatori.
Le vene varicose sorgono più spesso nelle donne che negli uomini. Generalmente sono dovute a uno stile di vita poco sportivo e movimentato e ad una scorretta alimentazione. Una dieta ricca di grassi insaturi e di sodio può favorire l’emergere di problemi cardiocircolatori. Se si hanno le vene varicose allo stadio iniziale è bene iniziare subito una dieta povera di cibi grassi e di proteine.
Nelle persone anziane è consigliata anche la perdita di peso per combattere le vene varicose. Molto spesso, infatti, un gran numero di vene varicose indolenzisce la gamba e provoca una posizione scorretta della camminata per evitare di provare dolore. Questo, unito a un peso eccessivo per la propria statura, può portare a problemi anche articolatori, soprattutto sulle ginocchia.

La vitamina C e altre sostanze naturali che aiutano le vene varicose

Tra le sostanze alimentari e non che possono aiutare per le vene varicose c’è innanzitutto la vitamina C. Una dieta ricca di questo amminoacido, infatti, previene i problemi cardiaci e circolatori. La vitamina C propizia la fluidificazione del sangue e quindi impedisce ai vasi di inspessirsi e di indurirsi.
Ci sono anche altre sostanze naturali che possono aiutare sotto forma di creme o di compresse. L’estratto di foglia di vite rossa o gli olii essenziali di ippocastano e calendule, per esempio, sono tutte sostanze che hanno un potere decongestionante. Le gambe gonfie, infatti, possono essere la prima spia di vene varicose in arrivo. Se si acquistano questi rimedi naturali sotto forma di creme è bene spalmarle sulle gambe, soprattutto sui polpacci, mattina e sera. L’ideale è un moto rotondo che esercita una certa pressione per permettere alla crema di entrare in profondità.

Come combattere le vene varicose con l’acqua

Un’ultima metodologia per combattere le vene varicose è certamente l’aiuto dell’acqua. Se si ha la possibilità di fare sport acquatici si tiene in allenamento il corpo, specialmente le gambe, senza affaticarle. Le acque delle piscine sportive, tra l’altro, sono sempre fresche: questo aiuta la gamba a non gonfiarsi e a far regredire l’emersione della vena. Nei centri benessere e negli ambienti termali, inoltre, sono previsti dei percorsi con getti di acqua pura e freddissima. Facendo questi percorsi, spesso strutturati per camminare su delle rocce lisce che migliorano la circolazione del piede, la gamba risente del giovamento dell’acqua fredda. Il muscolo si tonifica e il polpaccio si sgonfia, riassorbendo almeno in parte la vena varicosa senza bisogno di assumere farmaci chimici.

Altri articoli interessanti