curare unghie

Unghie, come curarle a tavola

La moda del prossimo inverno lo dice chiaramente: i piedi devono essere scoperti, arricchiti sole nelle serate più speciali da luminosi sandali gioiello. E allora è d’obbligo prendersi cura dei propri piedi tutto l’anno e non lasciarsi andare alla pigrizia che suggerisce di nascondere in comode scarpe chiuse qualche piccolo difetto. Da dove iniziare? Dalla salute delle unghie.

Unghie: lo specchio della salute

La salute delle unghie va di pari passo con l’equilibrio dell’intero organismo. Prendersene cura non è solo un piccolo accorgimento estetico ma un vero e proprio obbligo nei confronti della propria salute e del proprio corpo. Forti e resistenti, le unghie sane si riconoscono a colpo d’occhio.

Attenti alle micosi

Il primo nemico delle unghie, insieme con la carenza di calcio che si traduce in piccole macchioline bianche sulla superfice, è rappresentato dalle micosi. Sono soprattutto le, unghie dei piedi quelle più esposte a questi rischi. La micosi delle unghie dei piedi è facile da contrarre in ambienti umidi, come spogliatoi di piscine e palestre, per avere un quadro più chiaro sull’argomento si rimanda all’approfondimento pubblicato da Donna Femminile  in un interessante articolo su questo tema e sui possibili rimedi naturali al problema. L’onicomicosi, che colpisce proprio le unghie dei piedi, in particolare quella dell’alluce, è generata da un fungo della famiglia dei dermatofiti. Alla base del suo sviluppo, in alcuni casi, però, è possibile riscontrare anche muffe e lieviti.

Cosa accade all’unghia che entra in contatto con il fungo

Come si sviluppa questa patologia? Una volta entrato in contatto con la pelle, il fungo che genererà l’infezione, penetra attraverso piccoli taglietti non visibili  aocchio nudo nell’organismo. In alcuni casi la porta d’ingresso per l’infezione è rappresentata dallo spazio, noto come letto ungueale, che separa l’unghia dalla pelle delle dita. In realtà, questa patologia può essere generata anche dal cattivo funzionamento della microcircolazione, proprio quella che garantisce il giusto afflusso di sangue alle estremità: mani e piedi. Tra le cause scatenanti anche l’uso reiterato di scarpe troppo strette, che comprimono il piedi in punta, e l’eccessiva sudorazione del piede. L’unghia affetta dal fungo si presenta particolarmente ispessita, fragile, tendente allo sbriciolamento. I bordi sono deformati, il colorito tendente al giallo, con sfumature molto scure o, al contrario, tendenti al bianco. Un’unghia malata è facilmente riconoscibile e nei casi più gravi può anche staccarsi dal letto ungueale e generare fenomeni di dolori e cattivi odori localizzati proprio sula punta delle dita.

Prendersi cura delle unghie partendo dalla tavola

Come tutelare la salute delle proprie unghie? Il segreto è nell’alimentazione che deve essere varia ed equilibrata. Solo in questo modo, infatti, è possibile garantire il giusto apporto di vitamine e Sali minerali alla base della salute delle nostre unghie. Le unghie, infatti, hanno bisogno di numerose sostanze, a partire dal calcio che le irrobustisce. Dove trovarlo? Nel latte e nei suoi derivati, ma anche nel salmone, nei broccoli, nelle mandorle. Pomodori, uova e albicocche disidratate, invece, sono ricchi di vitamina A, indispensabile per prevenire la secchezza delle unghie. Il ferro migliora il metabolismo cellulare, spazio allora a verdure, carne, crostacei, legumi e frutta secca. (Cliccate qui per tutti gli approfondimenti )

Altri articoli interessanti