primo-piano-unghie-deboli-fragili_800x534

Unghie deboli e fragili: consigli alimentari per rinforzarle

Le mani sono senza dubbio il nostro biglietto da visita, curarle significa presentarsi al meglio e avere unghie deboli e fragili non aiuta ad averle belle e in ordine, anzi, può facilmente diventare fonte di fastidio ed imbarazzo. Le cause possono essere molteplici ma molto spesso è l’alimentazione a poter fare la differenzia tra unghie forti e sane e unghie rovinate che si spezzano. Scopriamo le cause principali ma soprattutto i rimedi fai-da-te ad unghie troppo fragili.

Tutte le cause delle unghie deboli

Quando le unghie subiscono alterazioni nella loro forma o cominciano a spezzarsi più facilmente si parla di unghie deboli o fragili. Le cause possono essere diverse e la cattiva abitudine di mangiarsele è una di queste, infatti, in questo modo i batteri che sono normalmente presenti nella bocca vanno a depositarsi sulle unghie indebolendole giorno dopo giorno. Un’altra cattiva abitudine, invece, è quella di usare detersivi aggressivi senza guanti, cosa che danneggia tutte le mani e non solo le unghie! Fumo e alcol sono altri due validi motivi per cui le unghie si possono essere indebolite.

Le unghie deboli possono essere un sintomo di malattie più o meno gravi per cui è indispensabile fare riferimento al proprio medico. Malattie metaboliche o autoimmuni sono solo alcune di queste.

Un altro insieme di cause che provocano l’indebolimento delle unghie è legato all’alimentazione, infatti chi soffre di anoressia annovera tra i sintomi anche unghie fragili e che si spezzano facilmente. Anche la disidratazione tende a rendere le unghie molto deboli. Altre carenze alimentari che possono causare indebolimento riguardano le vitamine A, E, C e B6 e minerali come lo zinco, il ferro, il calcio, il rame oppure il fosforo.

Nutrimento per le unghie

In assenza di particolari patologie è evidente come sia sufficiente modificare le proprie abitudini per tornare ad avere unghie sane e forti e l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in questo processo. Con gli alimenti giusti puoi non solo nutrire il tuo organismo ma nutrire anche le tue unghie che potranno quindi giovare di elementi preziosi per rinvigorirsi giorno per giorno.

La prima regola è quella di cibare il proprio corpo a sufficienza, fornendogli il giusto apporto di calorie giornaliere, ben suddiviso tra carboidrati, grassi e proteine. Inoltre, la carenza di vitamine, come abbiamo appena visto, è tra le cause della presenza di unghie deboli e fragili quindi è importante conoscere in quali cibi si possono trovare per inserirli nella dieta.

La frutta e la verdura arancione come le carote, la zucca, le albicocche, i peperoni, il melone, i pomodori e molte altre sono ricche di vitamina A. La vitamina E, invece, è presente soprattutto nella frutta secca e negli ortaggi a foglia verde come gli spinaci. Gli agrumi sono ricchi di Vitamina C, ma lo stesso vale per kiwi, prezzemolo, lattuga e cavoli. Se hai uno stile di vita frenetico oppure se queste verdure non ti piacciono, puoi valutare di assumerne il succo attraverso la spremitura a freddo, ad esempio con un estrattore di succo. Utilizzando questo elettrodomestico infatti potrai assumere un concentrato di vitamine e nutrienti di cui beneficeranno le tue unghie e tutto il tuo organismo. È assolutamente da provare l’estratto di carote, arance e spinaci: un vero toccasana per unghie, pelle e salute in generale!

La carne, le uova e i latticini, assunti con moderazione, garantiscono il giusto apporto di zinco, fosforo, ferro e calcio. Un altro componente utile per rafforzare le unghie sono gli Omega 3, acidi grassi essenziali, che si trovano nel salmone, nella frutta secca, nei cereali integrali, ma anche in legumi e verdure.

Qualsiasi dieta priva di frutta e verdura risulta dannosa per chi soffre di questo problema, e non solo, non è salutare per nessuno. Inoltre, è importante non escludere dai pasti i cibi freschi, né cotti né conservati, perché più ricchi di vitamine e minerali rispetto agli altri.

Altri consigli utili

Affidarsi ad uno dei tanti trattamenti dedicati ad avere unghie alla moda e di tendenza, dallo smalto semi-permanente alla ricostruzione può dare l’impressione di risolvere il problema ma in realtà lo si nasconde solamente sotto uno strato di smalto colorato perché le lampada UV e i prodotti chimici usati durante queste sedute non fanno altro che indebolire ulteriormente l’unghia. D’altra parte, anche solventi e buffer tendono ad asportare lo stato più superficiale delle unghie che, di conseguenza, si indeboliscono ancora di più. Non significa che non potrai più metterti lo smalto se soffri di unghie fragili ma, semplicemente, che è importante far respirare le unghie tra un trattamento e l’altro per non aggravare eccessivamente la situazione.

Olio di mandorle dolci e l’olio di ricino sono perfetti per aiutare dall’esterno le unghie deboli, nutrendole e ricompattandone la superficie. In commercio ci sono anche molti smalti pensati appositamente per unghie deboli, molto spesso sono trasparenti e servono unicamente per rafforzare le unghie grazie ai loro principi attivi. Se sei tra coloro che si mangiano spesso le unghie, sappi che esistono anche smalti specifici caratterizzati da un sapore particolarmente sgradevole proprio per far passare la voglia di mordicchiarsele.

Altri articoli interessanti