scaffalatura

Grandi soluzioni per ottimizzare piccoli spazi

I colori tenui, i giusti giochi di luce e di colore uniti ad un utilizzo intelligente degli spazi, vi aiuteranno a rendere le vostre abitazioni più ampie e luminose senza necessariamente rivolgersi ad una persona esperta del settore.

Ad oggi, che siate single, in coppia o con famiglia, sono ormai in pochi a potersi permettere l’onore (o l’ònere) di vivere in una casa o in un appartamento molto grande; un po’ per via dei costi, un po’ per il tempo che ci si impiega a tenerlo pulito e in ordine.

Tuttavia, grande o piccola che sia la vostra abitazione, se fate un check degli spazi di sicuro troverete qualche angolo da ottimizzare.

A meno che non siate Gary Chang, che in soli 30 mq è riuscito a ricavare ben 24 stanze, di seguito vi proponiamo delle utili soluzioni che vi potranno aiutare.

Chiarirsi le idee e liberarsi dal superfluo

La prima cosa da fare prima di intervenire con qualsiasi modifica strutturale è chiedersi di cosa si ha realmente bisogno.

Infatti, l’errore più comune è quello di distribuire gli spazi ignorando le proprie esigenze e abitudini, nonché dimenticarsi di eliminare gli oggetti che non si utilizzano.

Quindi, la massima che bisogna sempre tenere in mente è: “Uso lo spazio e le cose che mi servono”.

Di conseguenza, la scelta dell’arredamento sarà perfettamente in linea sia con il gusto personale, sia con lo spazio che realmente si vuole sfruttare e ottimizzare.

Pensare in verticale

Soppalchi, mobili componibili o estraibili e scaffalature sono le soluzioni migliori per ottimizzare gli spazi mediante gli scaffali metallici nei magazzini e nelle piccole abitazioni. Infatti, giocando con le altezze è possibile dare un maggiore senso di profondità alle varie stanze.

Ad esempio, il modo più efficace per valorizzare un piccolo soggiorno è sfruttare la parte tra il soffitto e il pavimento mediante un pensile sospeso, sopra il quale si potrà posizionare un televisore. In questo modo, lo sguardo sarà necessariamente puntato verso l’alto, rendendo l’ambiente molto più grande.

Occhio alle proporzioni

Ultimamente gli spazi delle case sono sempre più piccole e il mobilio che troviamo nei negozi sempre più grande. In questi casi, l’attenzione alle proporzioni diventa di massima importanza.

Scordatevi un letto king sized se la vostra camera da letto è di 15 mq, o un tavolo imperiale se nella vostra cucina ci entrano a malapena quattro persone, o rischierete di ritrovarvi le stanze invase dai mobili.

Sfruttare gli spazi e gli angoli nascosti

Per ingrandire una piccola stanza è necessario giocare sugli spazi e sugli angoli “morti”. Spesso in una casa gli arredi non sono scelti ad hoc, contribuendo così a rimpicciolire ulteriormente un ambiente già stretto.

In questo caso, scaffalature e mensole sono l’ideale per intervenire su alcuni angoli chiave delle stanze, apponendo libri, dvd e altri oggetti che altrimenti rimarrebbero stipati negli scatoloni dei vostri garage.

Giocare con luci, colori e trasparenze

Più piccola è la casa e più sarà necessario giocare con le luci. Con la giusta illuminazione posta nei punti strategici (gli angoli, o il retro del divano), gli ambienti sembreranno molto più ampi.

Tuttavia, prima di pensare a dove posizionare lampade o faretti, sfruttate al meglio la luce naturale. Se l’illuminazione è scarsa optate per lampade da terra; se invece abitate in un monolocale utilizzate lampade sospese.

Un altro trucco che vi aiuterà a dilatare gli spazi e a renderli più luminosi sono gli specchi.

Anche la scelta dei colori è fondamentale: scegliere delle tonalità chiare, magari abbinate a dei tendaggi leggeri e trasparenti, contribuirà a far apparire le stanze molto più spaziose.

Altri articoli interessanti