Creme solari

Creme solari: a cosa servono, come sceglierle

L’arrivo della bella stagione spinge tutti ad uscire di casa e a passare più tempo possibile all’aria aperta. Una giornata di sole, leggermente più calda delle precedenti, consente, oltretutto, agli amanti della tintarella di iniziare immediatamente a combattere il pallore invernale della propria pelle cercando di raggiungere, il prima possibile, una abbronzatura dorata in grado di far invidia ad amici, parenti e soprattutto colleghi. Per organizzarsi per una gita al mare o per un pomeriggio al parco basta davvero poco. L’importante è scegliere la crema solare più adatta e proteggere così la pelle del viso e del corpo dai raggi ultravioletti. Sia chi acquista online creme solari, sia chi le acquista nelle profumerie di fiducia o nei grandi supermercati, deve cercare di scegliere la protezione più adatta al proprio fototipo.

Creme solari: da cosa proteggono

Le creme solari servono, come già accennato, a proteggere la pelle dal sole, a creare una sorta di barriera fra i raggi dannosi e l’epidermide, ma anche a rendere l’abbronzatura più uniforme e duratura. Perché i raggi del sole sono nocivi? Cosa provocano? Da un lato ci sono i raggi UVB che sono ritenuti una delle cause principali per l’insorgere del cancro alla pelle, dall’altro i raggi UVA che, penetrando nello strato profondo dell’epidermide, fanno sì che la pelle invecchi più velocemente del previsto.

Come scegliere la crema più adatta alla propria pelle

Ogni pelle è diversa dall’altra. Non tutti si abbronzano allo stesso modo, ma soprattutto anche le diverse parti del corpo necessitano di una protezione più o meno alta a seconda della loro sensibilità. Per scegliere la crema solare più adatta bisogna far riferimento al proprio fototipo e controllare l’indice di protezione. Esso viene valutato secondo dei test standard e fornisce un’indicazione sul possibile tempo di esposizione delle pelle al sole prima di iniziare a veder comparire eritemi o scottature, ovvero i primi danni alle pelle causati dai raggi del sole. Che cos’è invece il fototipo? Si tratta di una classificazione dermatologica basata sulle quantità di melanina presenti nell’epidermide che aiuta a comprendere le reazioni della pelle all’esposizione ai raggi ultravioletti. In tutto vi sono sei fototipi diversi a seconda del colore dei capelli, ma anche del colore e della sensibilità della pelle. Essi si dividono in:

  1. Fototipo 1: capelli biondi o rossi e pelle molto chiara;
  2. Fototipo 2: capelli biondi o castano chiari e chiara;
  3. Fototipo 3: capelli biondo scuro e pelle sensibile;
  4. Fototipo 4: capelli castani e pelle sensibile;
  5. Fototipo 5: capelli scuri e pelle olivastra;
  6. Fototipo 6: capelli neri e pelle scura e poco sensibile.

Le persone che appartengono ai primi quattro fototipi avranno bisogno di acquistare una crema solare con una gradazione di protezione molto più alta rispetto agli ultimi due.

Alcuni consigli sulle creme solari

Gli esperti consiglia di acquistare una crema solare anche in base alle proprie abitudini. Una volta stabilito il fototipo, infatti, bisognerà  cercare di capire se possa servirne una più resistente all’acqua oppure no. Se si praticano, ad esempio, molti sport all’aria aperta occorrerà dotarsi di una crema resistente all’acqua e al sudore per rimanere sempre protetti.
La crema scelta va poi spalmata mezz’ora prima di esporsi al sole, non va utilizzato lo stesso prodotto per viso e corpo e soprattutto va applicata anche se si rimane sotto l’ombrellone in spiaggia o se il cielo è leggermente coperto. I raggi ultravioletti oltrepassano le nuvole senza problemi.

Altri articoli interessanti