turismo religioso

Il turismo religioso in Spagna: pellegrinaggi e mete

Il turismo religioso in Spagna è sicuramente uno degli aspetti più floridi di un paese che ha sempre avuto una forte propensione alla fede e agli oggetti sacri rappresentativi dei fatti miracolosi. L’offerta è davvero ampia e variegata, molto più di quanto si possa pensare. Per tutti coloro che sono appassionati di religiosità in tutte le sue forme, non resta altro da fare che selezionare la proposta giusta. E ce ne sono davvero parecchie, tutte dal forte impatto simbolico.

Le principali feste religiose locali

Come tutti i paesi dalla forte connotazione cattolica, anche la Spagna è caratterizzata da una lunga serie di celebrazioni religiose che vanno festeggiate a dovere. A dire la verità, buona parte delle feste coincide in tutto e per tutto con quelle italiane. Dal Natale a Santo Stefano, dalla Pentecoste all’Assunzione, passando ovviamente per la Pasqua, tutte le giornate principali vengono celebrate a dovere.

Un occhio di riguardo viene sicuramente attribuito alla prestigiosa Semana Santa, che precede la Pasqua ed è caratterizzata da una lunga serie di processioni dalla forte suggestione. In particolare, la città di Siviglia prevede ogni anno la sfilata di numerose confraternite. Da tenere d’occhio anche l’immancabile Capodanno, contraddistinto da un tripudio di luci e colori per festeggiare con tutta l’allegria possibile l’avvento del nuovo anno. In generale, la religiosità è un elemento molto sentito in tutta la Spagna e chi sceglie di visitare questa meravigliosa nazione può scoprire un’infinita sequenza di elementi interessanti.

I pellegrinaggi e le mete religiose da non perdere in Spagna

Non resta altro da fare che scoprire tutti i segreti principali del turismo religioso in Spagna, con pellegrinaggi e mete davvero da urlo. Tra i vari itinerari basati sulla fede, il primo che salta all’occhio è sicuramente rappresentato dal Cammino di Santiago de Compostela. Chi ha una forte propensione religiosa non dovrebbe fare a meno di vivere un’esperienza del genere, basata su un mix ideale di fede e tradizione locale. Eppure, la Spagna cattolica non è soltanto questo.

Un ruolo di primo piano è occupato anche dal Pellegrinaggio del Rocío, che si tiene a Huelva e assume ogni anno un significato molto rilevante. La cultura europea a livello religioso viene difesa al meglio tramite i monasteri, edifici dal forte impatto sotto l’aspetto artistico. Varie strutture sono annoverate tra i patrimoni dell’umanità da parte dell’Unesco, come ad esempio quelli di Yuso e Suso a La Rioja.

Da non perdere neanche le numerose feste religiose locali, tra le quali vanno segnalati il Corpus Domini di Toledo e il celebre Mistero di Elche. Chi vuole può riscoprire se stesso grazie alla scoperta dei santuari mariani, tra i quali spicca la Basilica di Nuestra Señora del Pilar a Saragozza. La Spagna si evidenzia anche per la presenza di una lunga serie di cattedrali dagli stili architettonici più disparati. In questo ambito, il vero fiore all’occhiello è rappresentato dalla famosa Sagrada Familia di Barcellona, realizzata da Gaudì e ancora in costruzione. Segnaliamo anche le cattedrali di Burgos, Toledo, Santiago e Cuenca. Infine, non mancano le mete giubilari quali Tarragona, Utrera, Caravaca de la Cruz e la stessa Santiago de Compostela.

Altri articoli interessanti